Se hai vissuto da vicino un caso di malasanità che ti ha riguardato di persona, o che ha riguardato un tuo caro, questa è la nostra proposta:


Tutti i settori della medicina

Qualunque sia l’ambito medico in cui ritieni di aver subito un danno (ad esempio: oncologia, cardiologia, chirurgia generale, chirurgia estetica, ginecologia ed ostetricia, ortopedia, odontoiatria, oculistica, ecc.), i nostri consulenti valuteranno il tuo caso per stabilire se c’è stata responsabilità professionale e per quantificare il possibile risarcimento.

Impegno Salute Marzorati

Se vinci, vinciamo insieme. Per questo non ti chiederemo acconti: solo se otterremo un risultato positivo tratterremo un compenso, stabilito insieme fin dall’inizio.

Non è troppo tardi

Puoi richiedere un risarcimento per malasanità o responsabilità medica anche se sono passati fino a 5 o 10 anni a seconda della situazione.


Il nostro studio legale si trova a Milano e siamo in grado di seguirti su tutto il territorio nazionale

Se vuoi saperne di più e desideri che valutiamo il tuo caso senza impegno, chiamaci e raccontaci la tua storia: valuteremo (anche con il supporto di medici legali) la strategia migliore per veder riconosciuti i tuoi diritti o quelli dei tuoi cari.

O CHIAMA IL NUMERO VERDE GRATUITO

Situazioni frequenti di malasanità ed errore medico:

  • interventi eseguiti in modo errato;
  • mancata o ritardata diagnosi;
  • mancato esame o esame eseguito in modo improprio;
  • dosaggio di farmaci non corretto;
  • interventi non tempestivi / non corretti con conseguente perdita di chance di guarigione o sopravvivenza per il paziente
  • manovre e pratiche errate in sala parto con conseguenti danni fisici alla madre / al neonato e neurologici al neonato
  • mancanza di consenso informato sui rischi dell’intervento o della terapia
  • e molti altri casi…( vedi lista )

Come procediamo

  1. Non appena ci avrai contattato e inviato la tua documentazione, faremo un primo controllo per valutare che ci siano i presupposti giuridici per seguire il tuo caso.
  2. Ci rivolgeremo poi al nostro medico legale di fiducia e ai nostri specialisti perché possano valutare il caso e la relativa documentazione medica, il tutto senza che tu debba anticipare nulla per gli onorari degli avvocati, del medico legale e degli specialisti.
  3. A questo punto sottoscriveremo l’Impegno Salute Marzorati. Durante il nostro intervento non avrai sorprese: concorderemo fin dall’inizio il compenso che ci verrà corrisposto solo quando avrai ottenuto un equo risarcimento.
  4. Sempre senza alcun costo da parte tua, procederemo a far redigere una perizia dal medico legale, che servirà a supportare la nostra richiesta di risarcimento danni.

E’ abbastanza difficile fare delle previsioni precise sul tempo necessario per ottenere il risarcimento, tuttavia ci sono alcune tempistiche ricorrenti che abbiamo riassunto qui sotto. Ci teniamo a sottolineare che potresti ottenere ragione già entro le prime due fasi, ed essere risarcito in tempi brevi.

Prima possibilità di risarcimento (da 4 a 5 mesi)

Scriveremo una diffida al medico, all’ospedale o ai soggetti interessati, formalizzando la nostra richiesta di risarcimento danni, seguita da una domanda di mediazione. Già in questa fase potrebbe essere possibile ricevere una proposta economica e chiudere il caso con un accordo transattivo.

NON TI SARÀ RICHIESTO NESSUN ONORARIO FINCHÉ NON AVRAI OTTENUTO RAGIONE.

Seconda possibilità di risarcimento (da 8 a 15 mesi)

Se la diffida non avrà avuto esito positivo, scriveremo un ricorso al Tribunale (denominato tecnicamente ATP, Accertamento Tecnico Preventivo ex art. 696 bis c.p.c.) con il quale chiederemo di accertare colpe e negligenze del medico o della struttura sanitaria e di quantificare il danno. A questo punto la controparte, lette le conclusioni del Consulente Tecnico d’Ufficio incaricato dal Giudice, potrebbe decidere di proporre un risarcimento al paziente o ai suoi familiari (e in molti casi accade così).

Siamo profondamente convinti che l’ATP sia la strada migliore, più efficace e rapida per ottenere ragione, tanto che un’alta percentuale dei casi di malasanità si concludono con un risarcimento equo proprio in questa fase.

NON TI SARÀ RICHIESTO NESSUN ONORARIO FINCHÉ NON AVRAI OTTENUTO RAGIONE.

Terza possibilità di risarcimento (da 3 a 5 anni)

Se nessuna delle ipotesi di risarcimento precedenti si sarà verificata, decideremo di intraprendere una causa perché il Giudice condanni la controparte e ti riconosca un equo risarcimento. Già durante la causa potremmo richiedere al Giudice di riconoscere che la nostra domanda è fondata, e che ti sia liquidata una somma (denominata tecnicamente “provvisionale”) come anticipo in attesa della sentenza definitiva.

NON TI SARÀ RICHIESTO NESSUN ONORARIO FINCHÉ NON AVRAI OTTENUTO RAGIONE.

LA NOSTRA VISIONE

Crediamo che il modo migliore di agire per veder riconosciuti i diritti del paziente e dei suoi familiari, sia quello di agire in sede civile. Di fronte a una causa penale, infatti, le assicurazioni tendono a risarcire il danno solo dopo che si è concluso tutto il procedimento, che può durare anche anni.

Il nostro metodo prevede, al contrario, di agire preferibilmente attraverso una procedura giudiziaria denominata ATP (Accertamento Tecnico Preventivo), che potrebbe consentire al paziente (o ai suoi familiari) di ottenere ragione già in 8/15 mesi, accelerando di conseguenza i tempi del risarcimento.

O CHIAMA IL NUMERO VERDE GRATUITO